Adista News – Sostegno alle popolazioni sfollate di Gaza: continua la raccolta fondi


«La situazione è gravissima». Lo afferma Nino Lisi (della Rete Romana di Solidarietà con il Popolo Palestinese) in un resoconto diffuso il 6 giugno scorso, nel quale ringrazia tutti coloro che hanno aderito all’appello in sostegno degli sfollati di Gaza, vittime dei recenti attacchi condotti dall’esercito israeliano, e che hanno donato complessivamente 14.400 euro. «Nell’ennesimo massacro di Gaza, durato 11 giorni, sono stati uccisi 256 palestinesi, fra cui 66 bambini e 42 donne, mentre i feriti sono 6 mila e gli sfollati sono più di 110 mila. Moltissime case e edifici pubblici sono stati distrutti. E ancora servizi e presidi sanitari, distrutti deliberatamente, acquedotti e strade sventrate, comprese quelle che portano agli ospedali. È stata una punizione collettiva, si è colpito per far morire, come testimoniano anche i medici».

La Rete Romana, insieme ad altri gruppi e associazioni, devolve il ricavato dell’iniziativa ad APS, associazione di mutuo soccorso che opera in Palestina.

A questo link l’appello della Rete con i riferimenti per le donazioni.

Ulteriori info sul progetto e sulle iniziative della Rete: [email protected]

 

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l’articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere – ecclesiastico, politico o economico-finanziario – e l’autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:





Source link

Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Adista News – Papa Francesco ordina una “visita” alla Congregazione per il Clero

Woman claims to have given birth to TEN babies in South Africa