Adista News – I vescovi cubani hanno annunciato l’avvio di un processo sinodale «dal basso» inascolto dello spirito


Anche la Chiesa cubana si mette in Sinodo. Lo ha deciso l’episcopato durante i lavori dell’ Assemblea Plenaria Straordinaria svoltasi all’Avana dal 14 al 18 giugno, cui ha presenziato anche il nunzio apostolico, Giampiero Gloder. Questo processo sinodale «dal basso – affermano i vescovi – metterà tutto il popolo di Dio in ascolto dello Spirito Santo e fra noi, per scoprire e realizzare la volontà di Dio per la sua Chiesa in questo momento storico».

I partecipanti si sono scambiati esperienze e preoccupazioni del prossimo Sinodo su Chiesa e sinodalità (2022), che leggono come un tempo di grazia e di rinnovamento nell’ardore missionario, nella speranza di una rinascita e di un rinnovamento ecclesiale.

I Vescovi hanno anche analizzato la realtà delle comunità cattoliche e del popolo cubano, in questo periodo segnato dalla pandemia e da un peggioramento della situazione economica della nazione.

*La cattedrale de L’Avana. Foto tratta da goodfreephotos.com, immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l’articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere – ecclesiastico, politico o economico-finanziario – e l’autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:





Source link

Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Airline Ticket Sales Dipped in May, but Industry Is Optimistic

Woman who claims she gave birth to ten children in South Africa is admitted to psychiatric ward