Adista News – Fare memoria per cambiare il futuro: iniziative a 20 anni dal G8 di Genova


A 20 anni dal G8 di Genova, il capoluogo ligure e altre città lungo tutto il Paese ospiteranno una serie di incontri, iniziative e mobilitazioni – dal titolo “A 20 anni dal G8: memoria e futuro” – promosse dalle reti sociali protagoniste di quella stagione e anche di più recente costituzione.

In un invito alla partecipazione, le reti “Genova vent’anni dopo: un altro mondo è necessario”, “Genova 2021: voi la malattia, noi la cura” e il “Comitato Piazza Carlo Giuliani” ricordano che, a 20 anni da quella che «Amnesty International allora definì “la più grande violazione dei diritti umani in occidente dopo la seconda guerra mondiale”», «non c’è chiarezza su motivi e mandanti di quei fatti, né è stata ottenuta giustizia piena e verità per le vittime».

Per le vie di Genova, il movimento altermondialista, si legge nella nota, «denunciava l’insostenibilità della globalizzazione neoliberista e i suoi pesantissimi impatti sociali, economici e ambientali». Preoccupazioni confermate in questi ultimi 20 anni attraversati da crisi sempre più gravi, ultima la pandemia da covid-19 «che ha messo in luce tutti i limiti e i pericoli del sistema: un virus ha messo a nudo la profondità del disastro climatico, sociale, umano, di genere, ambientale, pandemico, sanitario». Aver ignorato allora l’allarme e le sollecitazioni dei movimenti sociali ha provocato conseguenze devastanti. Per questa ragione, illuminati dalla memoria dei fatti di Genova, «oggi più di allora c’è bisogno di incontrarsi, riflettere, agire».

  • “Genova vent’anni dopo: un altro mondo è necessario” promuove una rassegna di eventi (18-22 luglio) e un «cammino urbano”» da Bolzaneto al centro di Genova, attraversando i luoghi caldi del G8 del 2001. «Tutte occasioni per ragionare su alcune questioni centrali: il grave, accelerato e progressivo deterioramento dei diritti umani fondamentali, economici, sociali e culturali, la costruzione di un potere democratico europeo e mondiale e la relazione tra l’uso della forza e delle armi da parte delle forze dell’ordine e la garanzia dell’ordine pubblico costituzionale».

  • “Genova 2021: voi la malattia, noi la cura” invita, il 19 luglio, a partecipare all’assemblea nazionale di convergenza degli attivisti/e altermondialisti, dei movimenti sociali e delle campagne per promuovere insieme «un autunno di mobilitazione», «perché le severe lezioni della pandemia non vengano disperse e per rifiutare di tornare a una normalità peggiore di prima».

  • Infine, il “Comitato Piazza Carlo Giuliani” organizza, il 20 luglio alle ore 15, una manifestazione a Piazza Alimonda.

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l’articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere – ecclesiastico, politico o economico-finanziario – e l’autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:





Source link

Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Emotional moment mother and son are finally reunited 31 YEARS after being sold into slavery

Incredible colourised photos from Battle of the Somme provide glimpse into brave sacrifice of troops