Adista News – Il sesso, psicosi della Chiesa. Teologo brasiliano su ddl Zan e Vaticano


Tratto da:

Adista Documenti
n° 26 del 10/07/2021

DOC-3135. SÃO PAULO-ADISTA. La notizia della “Nota verbale” della Santa Sede (v. Adista Notizie n. 25/21) in merito al decreto-legge contro l’omotransfobia, che porta il nome del primo firmatario, Alessandro Zan, ha fatto il giro del mondo, creando anche indignazione. Fra gli “indignati”, il teologo brasiliano Marcelo Barros ci ha fatto giungere un suo commento. «Malgrado tanti gesti e parole di papa Francesco a favore dei migranti», osserva Barros, «il Vaticano non è mai ricorso a misure diplomatiche contro misure razziste e xenofobe del governo italiano. Ora, protesta contro questa legge, perché impedirebbe alle scuole e alle parrocchie cattoliche di fare propaganda contraria in occasione di eventi come la cosiddetta “Giornata nazionale contro l’omofobia”».

La verità è che, in Italia come negli Usa o in Brasile, la Chiesa cattolica, sostiene il teologo, prende «una posizione chiara e forte solo quando la questione è legata alla morale sessuale». Qui il testo a sua firma.  

Marcelo Barros in una foto [ritagliata] del 2010 di Eugenio Hansen, OFS – tratta da wikimedia commons, licenza Creative Commons

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l’articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere – ecclesiastico, politico o economico-finanziario – e l’autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:





Source link

Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

What do you think?

Dutch broadcaster apologises after showing subtitles for German anthem that were dropped after WW2

Adista News – La Chiesa e la diversità sessuale